Strumenti personali
Tu sei qui: Portale AreaC Esami Domande/Risposte

Operazione Trasparenza

 

Domande/Risposte

 1. TERZA PROVA
Poiché l’art. 12 dell’OM 44/2010 non dispone in merito all’orario distinto per le due classi per la  somministrazione della terza prova, è possibile procedere alla somministrazione in successione senza attendere la conclusione della prima classe, avendo comunque garantito la sorveglianza adeguata per le due classi?
Al termine di una classe, la commissione si riunisce per l’altra classe , sceglie le prove, ecc. cioè ripete tutte le operazioni che ha fatto per la prima classe. No sovrapposizioni ancorché parziali.
                                    Dott. Nicola Zitolo


2. PUBBLICAZIONE PUNTEGGIO PROVE SCRITTE
L’art. 15 comma 8 dell’OM 44/2010 dispone che “il punteggio complessivo delle prove scritte è pubblicato, per tutti i candidati di ciascuna classe, nell’albo dell’istituto sede della commissione d’esame un giorno prima della data fissata per l'inizio dello svolgimento del colloquio di tale classe”.
Tale disposizione va interpretata letteralmente e quindi comporta  pubblicazioni in date diverse distinte per le due classi?
Sì, la pubblicazione degli esiti delle prove scritte deve essere fatta distintamente per classe il giorno (24 ore)  prima dell’inizio dei colloqui di ciascuna classe.

3. ATTRIBUZIONE DELLA LODE

Quali sono i criteri che la commissione deve seguire nell’attribuzione della lode?
I criteri sono tassativamente quelli previsti dall’OM 44/2010 all’art. 20 comma 4.

4. CREDITO FORMATIVO

La commissione può assegnare un punto di credito formativo anche ai candidati interni?
La valutazione dei crediti formativi dei candidati interni è di competenza del consiglio di classe che procede, sulla base di indicazioni e parametri preventivamente individuati dal collegio dei docenti (art. 2, comma 2 del DM 24 febbraio 2000, n. 49).
La commissione valuta i crediti formativi solo per i candidati esterni (art.2, comma 3 del DM 24 febbraio 2000, n. 49) e, motivatamente, può assegnare 1 punto, fermo restando il limite massimo di 25 punti (art. 8, comma 11 dell’OM 44/2010).


5. CORREZIONE E VALUTAZIONE DELLE PROVE SCRITTE
La commissione di una classe può procedere alla correzione della prima e della seconda prova scritta mentre la commissione dell’altra classe procede alla somministrazione del la terza prova di questa?
La commissione può operare per aree disciplinari nella fase di correzione della prima e della seconda prova scritta, fatta salva la responsabilità collegiale dell’intera commissione (art. 15, comma 6 dell’OM 44/2010), ma i punteggi devono essere attributi dall’intera commissione (art. 15, comma 7 dell’OM 44/2010).
Da ciò ne deriva l’impossibilità di poter garantire contemporaneamente un’adeguata sorveglianza in fase di somministrazione della terza prova da parte della commissione dell’altra classe.

Azioni sul documento